M.O.C. sistema per la misura della densità minerale ossea

Con la M.O.C. viene misurato l'assorbimento di un fascio sottilisimo di raggi X da parte dei tessuti ossei. Tale assorbimento è proporzionale alla densità dei tessuti ossei (principio dell'assorbimetria fotonica). Mediante specifici algoritmi matematici viene calcolata la misura del patrimonio minerale dello scheletro, costituito in prevalenza da cristalli di idrossiapatite di calcio. Essendo una misura estremamente precisa, consente di misurare le variazioni della densità minerale ossea anche in periodo di tempo ristretti e diagnosticare l'evoluzione patologica. La MOC non è invasiva. Il rischio da radiazione per il paziente è minimo. 1 esame MOC equivale generalmente ad un decimo della dose equivalente ovverosia dell'esposizione media giornaliera alla radiazione di fondo, parametro di riferimento per la valutazione dei rischi radiogenici.
M.O.C.
A COSA SERVE?
Permette di misurare la densità dell'osso ed esprime, sulla base di una elaborazione dei dati, degli indici di riferimento (T score e Z score) che permettono la definizione del quadro diagnostico.
Il T score è un valore che indica l’allontanamento rispetto al cosiddetto picco di massa ossea, cioè al valore massimo di densità ossea che un soggetto ha nel corso della propria vita (picco che generalmente si raggiunge intorno ai trenta anni di vita). Lo Z score è invece un valore che indica l’allontanamento rispetto al valore medio di soggetti sani di pari età e sesso.

In base a quanto esposto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità si definisce:
  • Osteopenia, una condizione caratterizzata da un T score compreso tra -1 e -2,5;
  • Osteoporosi, una condizione caratterizzata da un T score inferiore a -2,5;
  • Osteoporosi stabilizzata, una condizione caratterizzata da un T score inferiore a -2,5 con almeno una frattura osteoporotica.

COME PREPARARSI  e COME SI SVOLGE LA M.O.C.
È un esame non pericoloso, preciso e indolore. La persona si sdraia su un lettino, al di sotto del quale è sistemato un apparecchio che emette radiazioni. Sopra il lettino si trova lo strumento che elabora le immagini: generalmente, la misurazione viene condotta a livello dell'avambraccio, della colonna lombare e del collo del femore e dà risultati più sicuri della semplice radiografia, che mostra alterazioni evidenti solo quando la perdita di minerali è notevole.

Torna alla lista        Stampa