Quali sono i benefici della Tecarterapia?

La Tecarterapia viene spesso applicata in ambito sportivo, in particolar modo in quello agonistico, dove accelerare i tempi di guarigione e di ripresa dell’attività ha un’importanza considerevole. Questa tecnica ha riscontrato esperienze positive e ottimi risultati e si è estesa in diversi altri ambiti. La seduta viene eseguita come un massaggio e garantisce tempi ridotti di trattamento e risultati immediati e stabili, perché si basa sulla stimolazione e il rafforzamento delle capacità riparative dei tessuti.
 

Le modalità di funzionamento.
 
Le tre azioni principali della Tecarterapia sono: una rapida ed efficace azione analgesica che agisce sulle terminazioni nervose; un’azione drenante dei tessuti e una stimolazione pratica del circolo periferico attraverso l’aumento della temperatura endogena. I campi di azione che possono essere soggetti alla terapia sono le strutture maggiormente idratate come i muscoli, oppure, agisce su tessuti e strutture con alta densità connettivale (legamenti, ossa, tendini ecc.).
 
Tecarterapia

Quali solo le patologie che coinvolgono la tecarterapia?
 
La tecnica di questo massaggio ha a caratteristica di essere più profondo e fortemente stimolante e tratta in tempi brevi e con efficacia le diverse patologie che possono interessare: mani, spalla, anca, ginocchio, caviglia e colonna vertebrale. Nello specifico interessano quelle patologie dolorose infiammatorie osteoarticolari e muscolari (ad esempio la sindrome del tunnel carpale); dolori cervicali, cervicobrachiali, lombalgia e lombosciatalgia. In diversi casi è anche consigliata nelle lesioni traumatiche acute, fratture, nel post-chirurgico e nella medicina estetica per la cellulite.
 

Quali sono i vantaggi legati alla Tecar?
 
Il vantaggio di questa terapia è legato strettamente all’energia che, a differenza delle altre tecniche riabilitative, proviene dall’interno ed interessa anche strati profondi, non vengono trattati quindi trasferimenti di energia esterni che potrebbero provocare danni alla pelle a causa dalle energie emesse.

La Tecarterapia non presenta controindicazioni, salvo alcune precauzioni che devono essere prese per soggetti portatori di pacemaker, persone insensibili alla temperatura o nelle donne in gravidanza.

Non ci sono effetti collaterali quindi è possibile affidarsi alla Tecarterapia anche in sedute ravvicinate al trauma ed associata ad altre terapie manuali. Se il soggetto presenta protesi all’anca, al ginocchio o alla spalla il trattamento non presenta nessun tipo di impedimento.
 

Come si prenotare la seduta fisioterapica?
 
Per prenotare una seduta di Tecarterapia a Roma puoi affidarti ai nostri terapisti in grado di chiarire dubbi o perplessità sulla modalità del trattamento.

 

Torna alla lista        Stampa