La Scintigrafia Miocardica

La scintigrafia miocardica è un esame diagnostico di medicina nucleare che permette di valutare il flusso sanguigno all'interno delle arterie coronarie, la qualità delle pulsazioni e la funzionalità del cuore, inoltre rileva l’eventuale presenza di danni al muscolo cardiaco. Il più delle volte questo esame viene richiesto per i pazienti con una sospetta cardiopatia ischemica o una coronaropatia già diagnosticata.

La Medicina Nucleare

Scintigrafia Miocardica Roma
La medicina nucleare si basa sull'utilizzo di radiofarmaci, un medicinale contenente isotopi radioattivi, che viene iniettato a scopo diagnostico e terapeutico. Una volta in circolo, e grazie alle sue proprietà radioattive, i “traccianti” interagiscono con il tessuto biologico da ispezionare e possono essere monitorati con strumenti all’avanguardia in grado di rilevare la radioattività. Le immagini fornite si presenteranno in maniera molto chiara, rilevando le radiazioni emesse dall’organismo dopo la somministrazione, consentendo di indicare la sede, la forma, la dimensione e la funzionalità. La scintigrafia è uno strumento particolarmente indicato per indagare su organismi come il cuore, la tiroide, le ossa, il cervello, il fegato, i reni e i polmoni.

La Scintigrafia Miocardica Sotto Sforzo e a Riposo

L’esame è in grado di valutare la natura e la distribuzione delle zone del cuore che ricevono meno sangue. Viene monitorato il comportamento del cuore a riposo o sotto sforzo, ma nella gran parte dei casi è necessario effettuarla in entrambe le modalità.
La scintigrafia prevede due fasi: nella prima modalità il cuore viene costretto in una condizione di stress e il tracciante iniettato evidenzia le zone ben irrorate dal sangue; nella seconda, a distanza di qualche ora, il Paziente viene monitorato in un momento di calma. Il confronto dell’irrorazione sanguigna del miocardio durante le due fasi permette al medico nucleare e al cardiologo di stabilire lo stato di perfusione del cuore e il suo funzionamento. In seguito verrà decretata la diagnosi, la terapia e la prognosi.
Scintigrafia Miocardica Ostia Lido
Scarica il consenso informativo (PDF)
 
Preparazione all'esame
Per prima cosa è giusto indicare che il paziente deve stare a digiuno il giorno prima della scintigrafia, bevendo solo acqua evitando tè e caffè nelle ore precedenti l’esame. Sotto consiglio del medico curante deve sospendere i farmaci prescritti. Verrà comunque fornito un foglio informativo al momento della prenotazione dell’esame.
Il giorno dell’esame il Paziente viene invitato a rimuovere qualsiasi gioiello, orecchino e altri oggetti che potrebbero interferire con l’esecuzione dell’esame. E’ anche consigliato indossare un abbigliamento adatto per la fase del controllo sotto sforzo.

 

SOTTO SFORZO

A scelta del cardiologo il Paziente può affrontare l’esame sotto sforzo in due modalità: con un tapis roulant o una cyclette oppure con l’iniezione che imita lo stress da sforzo fisico. Al Paziente verrà poi somministrato il farmaco radioattivo e collegato all'elettrocardiogramma (ECG) per stabilire il battito cardiaco e la pressione del sangue che hanno bisogno di essere monitorati per tutta la durata dell’esame. Per l’acquisizione delle immagini sarà necessario attendere fino a 60 minuti per permettere al radiofarmaco di diffondersi.

A RIPOSO

L’esame prosegue dalle 3 alle 6 ore dopo la terapia da sforzo per iniziare con il monitoraggio del miocardio a riposo, in questo arco di tempo il Paziente può bere acqua ma non mangiare. Viene poi invitato ad accomodarsi su un lettino e a restare immobile il più possibile. Verrà poi iniettato il radiofarmaco per via venosa e, anche in questo caso, per avere delle immagini sarà necessario attendere fino a 60 minuti.

 

Al termine della scintigrafia miocardica il Paziente può riprendere le sue normali attività giornaliere ma viene invitato a non soffermarsi in luoghi pubblici affollati ed evitare il contatto e la vicinanza con donne incinta e bambini al di sotto dei 12 anni.

Per chi non è adatta (rischi e controindicazioni)

Generalmente la Scintigrafia Miocardica è una procedura sicura che non presenta controindicazioni e sono rari i casi in cui si sono presentati eventuali rischi. 
 
Prenotazione Scintigrafia Ostia
Il Paziente è quindi invitato a seguire fedelmente le indicazioni per la preparazione all’esame. Tuttavia può essere non indicata e rischiosa per alcuni Pazienti. La prova sotto sforzo potrebbe far insorgere dolore al petto, senso di svenimento, aritmie cardiache, palpitazioni e problemi respiratori. In questo caso è doveroso riferire al medico la proprie condizioni di salute, valutando l’andamento dell’esame.

Il radiofarmaco o altri medicinali iniettati per mimare lo sforzo cardiaco potrebbero portare ad una reazione allergica, di cui il Paziente potrebbe non esserne a conoscenza.
 
E’ controindicata principalmente per le donna in gravidanza dove le sostanze radioattive potrebbero ripercuotersi sul feto; donne che allattano al seno dove il radiofarmaco potrebbe contaminare il latte materno; grave infarto del miocardio, ipertensione, insufficienza cardiaca, aritmie e miocardite in cui la scintigrafia è pericolosa sia per la sessione da sforzo che per l’iniezione dei diversi farmaci.
Anche una lieve febbre, l’assunzione di bevande a base di caffeina (tè e caffè) e di medicinali per abbassare il ritmo cardiaco sono considerati fattori per la quale la scintigrafia miocardica non dovrebbe essere eseguita.
Scintigrafia Ostia
 
Cardio Imaging Anatomo Funzionale

Cardio Imaging Anatomo Funzionale

Unico Centro Del Litorale Romano

Nello studio di Ostia Radiologica è possibile effettuare esami accurati di Scintigrafia Miocardica (in convezione), TC Coronarica e Imaging Ibrido TC-ScintigrafiaContinua...

 
La conferma della prenotazione avverrà comunque via mail o telefonicamente.

Tutti i campi contrassegnati con * sono obbligatori.


 

Torna alla lista        Stampa